Il Toponimo

Da WikiToponomastica.
Versione del 14 gen 2013 alle 21:30 di LucaMussi (Discussione | contributi) (Creata pagina con 'La parola 'toponimo' deriva dal greco ''topos'', che vuol dire 'luogo' e ''onoma'', 'nome', con risultato 'nome di luogo'. Si usa per nominare tutto ciò che si trova su un te...')
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

La parola 'toponimo' deriva dal greco topos, che vuol dire 'luogo' e onoma, 'nome', con risultato 'nome di luogo'. Si usa per nominare tutto ciò che si trova su un territorio. In genere riflette l'aspetto o la caratteristica di: centri abitati, monti, colline, valli, buche, conche, rocce, cave, sporgenze del terreno, laghi, fiumi, torrenti, ruscelli, rii, canali, fossi, pascoli, boschi, prati, campi, strade, sentieri ecc., ma anche nomi o soprannomi di persona, di animali e delle varie attività lavorative che potevano svolgersi in questi luoghi.


Categoria del genere:


Agionimo = nome di un santo

Idronimo = corsi e bacini d'acqua

Onomastico = nome di persona

Oronimo = monti e altri rilievi

Vegetale = vegetazione in genere

Botanico = orto, giardino o terreno coltivato


Tipo del toponimo:


Evidente/chiaro = quando no ha bisogno di spiegazione

Opaco/oscuro = quando non si può spiegare

Incerto = quando non è chiara la derivazione linguistica


Periodo storico di appartenenza:


Preromano = prima del V sec. a.C.

Romano = dal VII sec. a.C. al II sec. d.C.

Tardoantico = dal III sec. d.C. al VI sec. d.C.

Altomedievale = dall'XI sec. d.C. al XIV sec. d.C.