Pontolo [pòntlu]

Da WikiToponomastica.


Pontolo
Autore
Derivazione
Genere Oronimo
Tipo n.d.
Periodo Storico Altomedievale
Deriva dalla Lingua Latina
Deriva da n.d.
Dati amministrativi
Nazione Italia
Regione Emilia-Romagna
Provincia Parma
Comune Borgo Val di Taro
Territorio
Coordinate 44.496628, 9.825594
Altitudine n.d.
Caricamento mappa ...

Toponomastica

Montagnola dalla forma a punta

l.d.: niètri anùma a pòntlu

Antico toponimo indicante un’area situata alla destra del Taro compresa tra il Canale della Macchia Grande a est, il M. Croce di Ferro a sud, il confine della Frazione di Borgo Val di Taro a ovest e a nord il fiume Taro. Il nome Pontolo[1] oggi si usa soltanto per indicare il paese dove sorge la chiesa, luogo che nel dialetto locale è ancora detto a ièra. La parola alla base ha il latino punctum, ‘punto’, participio passato del verbo expungere da cui pungere, più il suffisso latino -ulo formante l’aggettivo pontulus, che in italiano da’ ‘pontolo’, da un possibile locus pontulus cioè ‘luogo dalla forma a punta’, con probabile riferimento alla terra. L’attestazione più antica del nome si trova nelle Rationem Decimarum del 1298 della diocesi di Luni come loco Spuntuli. Nei primi decenni del XIX secolo la zona di Pontolo risulta divisa in inferiore e superiore e il Molossi[2] la descrive così: Pontolo inferiore, villa del comune di Borgotaro … prevostura di lib. collaz. sotto il titolo de’ S.S. Giovanni e Paolo; a cui è annessa la villa di Ceppino.[3] "...È distante miglia 3 3/4 al N-E. dal capoluogo, 46 al S. un po’ per l’E. da Piacenza. Popol. 212; Pontolo superiore, villa del comune di Borgotaro, anche essa sulla destra del fiume Taro, arcipretato pievano di lib. collaz. soggetto alla diocesi di Sarzana, e sotto il titolo di S. Benedetto. È distante miglia 4 1f6 al N-E. dal capoluogo, 45 1/2 al S. un po’ per l’E. da Piacenza. Popol. 457".[4] Pontoli è anche cognome. Il toponimo dovrebbe essersi fissato in epoca alto medievale.

Attestazioni antiche

a. 1298, Spuntuli; XIX sec. Pontulu.

Toponimi correlati

  • Alpeggio Pontolo, Pianello del Lario (CO)
  • Pontida (BG), attestazioni antiche: a. 1076 Pontita, a. 1093 Puntida, Puntidium, a. 1200 Pontia.
  • Isole Pontine
  • Pontoli, cognome

Note

<references> [2] </ references> [4] </ references> [3] </ references> [1]

</ references>
  1. 1,0 1,1 Pùntul nel dialetto di Pianello del Lario (CO)
  2. 2,0 2,1 Molossi L., 1834, Vocabolario Topografico dei Ducati di Parma, Piacenza e Guastalla, Tipografia Ducale Parma, pp.86 - 431 - 432.
  3. 3,0 3,1 Mussi Sergio, Archivio di Stato Genova, [La dedicazione della chiesa di Ceppino di Pontolo a S. Giacomo (?)], v. mappa: Plan d'un chemin caretable, qui de Parme, et de Plaisance, conduira sur l'ettat de Genes, passant par le mont cent croix. En suivant la degradation ci aprez detaillie (1766 set. 19).
  4. 4,0 4,1 Località situata in un ampio pianoro coltivo nelle immediate vicinanze del F. Taro a nord della strada Fondovalle e prima di raggiungere la frazione di Pontolo di Borgo Val di Taro (PR) direzione Ostia Parmense. Qui sono ancora visibili i ruderi della primigenia chiesa di Pontolo, inaugurata il 10 maggio 1353.(V. anche: Ponzini Domenico, Pontolo e il territorio di Borgo Taro, nel Censuale di D. Gian Francesco Varsi (1781 - 1816), con note storiche di Bernardi Giacomo, v. mappa n. IV a seguito della p. 64 del libro.