Baselica [la basèlga]

Da WikiToponomastica.


Baselica
Autore
Derivazione
Genere n.d.
Tipo n.d.
Periodo Storico n.d.
Deriva dalla Lingua n.d.
Deriva da n.d.
Dati amministrativi
Nazione Italia
Regione Emilia-Romagna
Provincia Parma
Comune Borgo Val di Taro
Territorio
Coordinate 44.502245, 9.845112
Altitudine n.d.
Caricamento mappa ...

Toponomastica l.d. : anúma a la baṡèlga. Le cartine topografiche e la cartellonistica stradale segnano il toponimo Baselica nella località detta In Costa, dove c’è la chiesa parrocchiale di S. Benedetto[1] eretta nel 1902, però con questo nome gli abitanti del luogo intendono tutto il territorio compreso negli attuali confini frazionali. L’attestazione più antica del nome si trova nella Rationem Decimarum della diocesi di Luni del 1296 come Cappella de Basilica e in quella del 1298 come Basilica de loco Spuntuli,[2] quindi si tratta di un chiaro riferimento ad una zona, tanto è vero che sulla cartografia antica la località non compare (Samorè 1978, Tav.LIX). La ricerca ha rivelato che il toponimo ‘Baselica’ è tipico dell’Italia centro settentrionale con particolare concentrazione in due aree geografiche distinte: un’area occidentale individuata a cavallo tra l’alta Toscana, la Liguria, il basso Piemonte e l’Emilia e un’area nord-orientale compresa tra Svizzera, Lombardia, Veneto e Trentino nella quale si sa che al nome Baselica si attribuiscono più significati: la forma retica baṡèrga corrisponde al cisalpino gliesia ‘chiesa’, nella parlata dell’Engadina al dialettale baṡèrga si dà il significato di ‘chiesa’, ‘cappella’ o ‘comunità già formata’, nella zona dei Grigioni e nella parlata istriana baṡerica sta per ‘chiesa’ e ‘chiesa vecchia’; invece nel lombardo ticinese la parola assume il senso di ‘casa in rovina’ o ‘catapecchia’. Per ciò che riguarda l’area occidentale si ritiene opportuno approfondire gli studi sul toponimo in quanto sembra derivare dal greco bizantino basiliké, passato poi nel volgare come ‘baselica’ col probabile significato di ‘territorio’ o ‘zona’; si tratta di un aggettivo femminile riferito a un sostantivo di cui però il nostro toponimo è privo. La possibilità che il nome ‘Baselica’ derivi dal latino basilīca, cioè ‘chiesa’, è piuttosto improbabile. In questo senso, un esempio interessante, ci è dato dalla località omonima presso Montelungo di Pontremoli in provincia di Massa Carrara che si trova a 950 metri d’altitudine a nord-est del paese, a valle della strada statale che porta al passo della Cisa. Si tratta di una zona montana caratterizzata da un insieme di prati da sfalcio che non presenta tracce di insediamenti abitativi e non conserva memoria di edifici per il culto religioso.[3]

Toponimi correlati

  • Baselica, Corchia di Berceto (PR)
  • Baselica di Vignola, Pontremoli (MS)
  • Baselica, Montelungo di Pontremoli (MS)
  • Baselica di Cervara, Pontremoli (MS)
  • Baselica di Varese Ligure (SP)

Note

  1. Già dedicazione della ceṡa vécia della quale rimangono i ruderi nei pressi del Taro.
  2. L’informazione è stata fornita dalla Prof.ssa Caterina Rapetti del Dipartimento di Conservazione dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Parma.
  3. Cfr. Mussi Sergio 2008, I Luoghi si Raccontano, Atlante Toponomastico della Provincia di Parma, Fascicolo 1, Toponomastica di Borgotaro, consulenza linguistica Giulia Petracco Sicardi, Parma 2008.